Hotel_Botanico_San_Lazzaro40 capri caprisfinge img minerva87 ninfa panoramalfi pc13 pc14 posill proc146 rodas1 sorr130 vietri1

"Viviamo solo per scoprire nuova bellezza,

Tutto il resto è una forma d'attesa" (Kahlil Gibran)

 

I Giardini Botanici Reali di Kew, meglio noti come Kew Gardens, sono un complesso di serre e giardini che si estendono a 10 Km a sud di Londra, tra Richmond upon Thames e Kew, riconosciuti, dal 2003, Patrimonio dell'Umanità per l'Unesco. 120 Ettari di parco, capolavoro di ingegneria e gioiello naturalistico, che nell'insieme costituiscono un importante polo turistico, sociale e scientifico, contribuendo alla divulgazione e alla conservazione della biodiversità botanica attraverso collezioni di enorme pregio per longevità, dimensioni e varità di specie. Il sistema di serre, giardini ed ecosistemi fu ricreato a partire dal XVIII secolo ed ampliato lentamente nel corso dei secoli, fino ad ottenere alla fine dell'800 il riconoscimento di Orto Botanico Nazionale. Tra le serre, la Palm House, è senza dubbio la più rappresentativa oltre che la più maestosa e simbolo dei Kew gardens. Fu costruita dall'architetto Decimus Burton tra il 1841 e il 1849, e fu la prima grande opera architettonica che utilizzava strutture in ferro su larga scala. Fu creata specificamente per ospitare le collezioni di palme esotiche che nell'epoca vittoriana venivano introdotte in Europa. Al suo interno sono state ricreate condizioni simili a quelle della foresta tropicale. Ospita numerose specie di palme e cicadi, suddivise per aree geografiche, molte delle quali minacciate di estinzione nel loro ambiente naturale.

Tra devozione, tradizione, folklore e delirio. Il 25 giugno 2017 è stato il gran giorno per la città di Nola, in provincia di Napoli, che da secoli onora San Paolino con la famosa parata di Gigli. Otto obelischi in legno decorati con cartapesta alti 25 metri ed una barca portati a spalla da 120 cullatori percorrono le vie del centro dalle ore 15.30 fino alle 10 del giorno seguente, ininterrottamente. Dopo la benedizione in Piazza Duomo da parte del vescovo, nel pomeriggio i Gigli hanno cominciato a sfilare seguendo un percorso che si ripete da anni. Il reportage completo al seguente link.

 

Nel cuore del Cilento, le Grotte del Bussento dell'Oasi WWF di Morigerati rappresentano un luogo straordinario ed unico dove poter assistere ad importanti fenomeni carsici che qui creano scenari suggestivi e fiabeschi. Il fiume Bussento riemerge dall'antro della grotta dopo aver percorso circa 4 km nel sottosuolo, inabissandosi in prossimità di Caselle in Pittari attraverso un enorme inghiottitoio. A Morigerati il fiume riemerge mostrando la sua forza che ha modellato la roccia nel corso dei millenni solcando profondi canyon e ricreando un ambiente umido tale da dar vita alla più importante stazione di muschi dell'Italia meridionale. L'intero reportage a questo link.

 

 

Un giardino può diventare l'occasione per ammirare con attenzione ogni minimo dettaglio che la natura regala. D'estate tutto è al culmine: dallo stagno alle aiuole è un tripudio di forme e colori dove tutto è scoperta...

 

Alla scoperta di uno dei siti naturalistici più interessanti della Campania: la Valle delle Ferriere, ad Amalfi. Il sito raggiungibile attraverso un percorso di trekking di circa 1 ora è la parte alta di un percorso che da Pontone conduce fino ad Amalfi attraversando la valle dei mulini.  Raggiunta la riserva integrata, l'ambiente assume un'aspetto primordiale dove abbondano muschi, felci e cascate. Si trova qui infatti la rara felce gigante Woodwordia radicans, considerata un vero e proprio fossile vivente.